I progetti di recupero degli edifici storici di AKNO

20 Maggio 2021

Futuro, presente e passato

AKNO è famosa, da ormai 50 anni, per le sue costruzioni in ambito logistico, segnate da una concezione della creazione degli spazi di lavoro e di stoccaggio delle merci davvero a misura d’uomo e rispettosa dell’ambiente. I nostri business park, infatti, sono apprezzati per la loro funzionalità e per le tecnologie costruttive all’avanguardia, ma anche perché ci siamo impegnati, soprattutto con la nostra divisione AKNO Energy, ad implementare procedure e tecniche per raggiungere alti livelli di risparmio energetico.

Non a caso, ci muoviamo in un contesto internazionale di eccellenza ambientale come il LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), che stabilisce criteri progettuali e buone pratiche di gestione di cantiere per gli edifici che, a tutti i livelli e in ogni parte del mondo, aspirano ad una vera architettura eco sostenibile. 

Non c’è dubbio, quindi, che AKNO sia una realtà imprenditoriale di primo piano nel settore delle costruzioni, con una notevole esperienza maturata in cinquant’anni di attività, che opera nel presente, venendo incontro ai bisogni della logistica industriale contemporanea, con lo sguardo rivolto perennemente al futuro e alla salvaguardia del pianeta, ossia al mondo che lasceremo in eredità alla prossime generazioni.

Però noi di AKNO sappiamo benissimo che il nostro lavoro di oggi affonda le proprie radici in quello di chi si è occupato di architettura e costruzioni nel passato, con un notevole debito che sentiamo di avere verso i migliori esponenti dell’architettura tra Otto e Novecento. In questo senso possiamo dire di avere anche un occhio rivolto al passato, ma non in modo sterilmente nostalgico o contemplativo. Pensiamo che oggi sia possibile recuperare e valorizzare alcuni edifici storici per coniugare, con la moderna tecnologia e l’esperienza di AKNO nel restauro e nella gestione immobiliare, il fascino della storia dell’architettura con il moderno lifestyle.

In questo articolo vedremo alcuni esempi di palazzi storici che abbiamo recuperato e a cui abbiamo dato una nuova vita e spesso una nuova funzione nel tessuto urbano delle loro città.

La Lugano dei Chiattone

Mario Chiattone, nipote degli scultori Antonio e Giuseppe, è stato uno degli architetti che ha maggiormente segnato la città di Lugano nell’epoca del Futurismo e anche negli anni successivi, con molte opere realizzate dagli anni Venti fino a poco tempo prima della sua scomparsa nel 1957.

AKNO è intervenuta nel capoluogo del Canton Ticino con l’acquisto dei due Palazzi Chiattone che sono stati recuperati con la creazione di uffici e appartamenti e poi con l’acquisizione di Palazzo Serenella, la storica sede dell’Amaro Giuliani.

Inoltre, sempre nel Canton Ticino, AKNO Suisse sta realizzando un progetto a Stabio per il recupero dei Bagni Termali e la costruzione di un nuovo quartiere abitativo e commerciale.

Come sempre, la storia, in questo caso quella affascinante dell’architettura borghese della prima metà del Novecento dell’area lombarda-ticinese, è la base su cui lavora il nostro progetto di realizzazione di nuove realtà funzionali al servizio delle comunità, nel pieno rispetto del passato e con un’attenzione speciale alla sostenibilità ambientale.

Alla riscoperta dell’Art Déco in Nord America

Dal 2006 AKNO opera anche nel mercato del Nord America, sia in USA, sia in Canada, per valorizzare edifici, tipicamente di inizio Novecento, e ridare una nuova vita a queste straordinarie architetture rendendole nuovamente funzionali e attrattive per il mercato immobiliare.

Uno dei progetti più interessanti delle nostre divisioni in America Settentrionale è senza dubbio la riqualificazione del Canada Building, un’affascinante torre per uffici di 14 piani costruita nel 1928 nel centro di Windsor in Ontario. Questo vero gioiello dell’art déco, dalle linee verticali che sembrano dialogare particolarmente bene coi cieli nuvolosi, è stato completamente rifunzionalizzato e restituito al mercato immobiliare cittadino, mantenendo inalterate linee e dettagli, come i lampadari d’epoca.

Inoltre, negli USA, AKNO ha acquisito la Book Tower di Detroit (Michigan) e l’ha recuperata completamente con una ristrutturazione che ha dato nuova luce a questo capolavoro dello stile neorinascimentale costruito nel 1916. Ne è uscito un palazzo gestito in modo moderno e funzionale, con spazi adatti a uffici e abitazioni, ma che ha ancora gli ascensori con le decorazioni floreali in ottone e un orologio sostenuto da due amorini in bronzo. Siamo fieri del fatto che, grazie al nostro lavoro, oggi sia possibile vivere ed abitare con tutti i confort immersi nelle atmosfere degli inizi del secolo scorso.

AKNO ha deciso di investire sempre più energie nel recupero degli edifici storici per mantenere un filo diretto e continuo tra passato, presente e futuro dell’architettura, intesa come arte e tecnica che creano gli spazi per il vivere umano.