e-commerce e Logistica

E-commerce e logistica: la risposta dei nuovi business park di AKNO

07 Giugno 2019

La rivoluzione e-commerce

Tra le molte innovazioni che Internet ha portato nelle nostre vite di sicuro una di quelle che si è affermata con più lentezza è stata il commercio digitale. Acquistare un prodotto che non si vede fisicamente e soprattutto pagare attraverso una carta di credito, affidando alla rete i propri dati, ha scoraggiato per molto tempo gran parte dei consumatori.

La situazione, però, è ormai cambiata definitivamente e nel 2018, secondo l’osservatorio dedicato a questo fenomeno da parte del Politecnico di Milano, l’e-commerce in Italia ha raggiunto il fatturato record di oltre 27 miliardi di euro, con un aumento del 16% rispetto all’anno precedente.

Cosa cambia, però, col successo del commercio digitale per il mondo della logistica? Cercheremo brevemente in questo articolo di dare alcune risposte in merito, partendo dall’esperienza di AKNO che, con i suoi business park, è leader nel settore delle strutture per la logistica e per l’industria.

Se dal punto di vista dell’organizzazione del lavoro e delle infrastrutture digitali, infatti, le ricadute del fenomeno e-commerce sono state enormi, non si può certo dire che esse siano trascurabili per quanto riguarda le strutture esistenti e, soprattutto, per la la progettazione di quelle future.

Non si può sicuramente pensare, d’altra parte, che un flusso di ordini accresciuto nel numero e ridotto nelle dimensioni, come quello generato dal commercio digitale, non abbia indotto cambiamenti anche nel progettare e costruire le strutture logistiche.

Ecco perché AKNO, sempre attenta alla qualità del proprio lavoro, sta monitorando il fenomeno e ascoltando le richieste degli operatori del settore per capire come andare incontro alle nuove esigenze del mercato.

Cosa si vende e si compra nel commercio digitale

I settori in cui si è progressivamente sviluppato l’e-commerce in Italia hanno determinato anche il tipo di influenza che esso ha avuto sulla logistica generale.

Per alcuni prodotti, infatti, l’impatto è stato nullo: basti pensare all’uso dell’e-commerce per l’acquisto di biglietti aerei, ferroviari o per spettacoli, per la prenotazione di alberghi o case vacanza oppure per i servizi di streaming per serie tv o partite di calcio.

In altri settori, invece, la logistica è stata coinvolta pesantemente sia dal punto di vista della gestione vera e propria del magazzino, sia da quello dell’organizzazione delle spedizioni. A differenza della tradizionale spedizione verso un punto vendita al dettaglio, infatti, caratterizzata da una grande quantità di merce spedita soltanto ad un destinatario e in modo periodico, l’e-commerce richiede consegne di singoli prodotti a molti clienti, in modo del tutto casuale nel tempo.

Questa caratteristica tipica del commercio digitale richiede anche magazzini organizzati in modo estremamente flessibile, per ridurre il più possibile il tempo richiesto per il reperimento del prodotto e il suo confezionamento, segnalando anche immediatamente al sistema la variazione nella quantità della merce stoccata.

Di sicuro l’informatizzazione dei magazzini e dei trasporti è l’infrastruttura che sta rendendo, nei fatti, possibile per molte aziende vendere i propri prodotti in rete, gestendo poi il trasporto autonomamente o affidandosi a operatori specializzati del settore.

Che si tratti di vestiti o di mobili, di libri o di prodotti elettronici, ormai tutte le grandi aziende propongono l’acquisto della propria merce anche su Internet, offrendo inoltre l’alternativa tra la spedizione a domicilio e il ritiro presso i punti vendita o altri luoghi deputati.

Magazzini propri o business park?

Rispetto alla gestione delle strutture di stoccaggio e spedizione dei prodotti, possiamo dire che le aziende che vendono in rete la propria merce si distinguono sostanzialmente in due grandi categorie: quelle che progettano e costruiscono da sé i propri magazzini e quelle che si affidano a strutture già esistenti, affittando spazi nel parchi logistici.

Nel primo gruppo possiamo annoverare solo i grandissimi nomi del commercio digitale, quelle aziende, come Amazon o IKEA, che hanno fondato il proprio successo proprio sull’e-commerce o, comunque, su una gestione snella e automatizzata dei magazzini già in anni precedenti.

Tutti gli altri, con modalità differenti, cercano spazi per la logistica in strutture già esistenti che devono, però, essere in grado di supportare in modo efficiente i nuovi ritmi e metodi tanto nel campo delle spedizioni, quanto in quello dello stoccaggio.

Spazi ampi e modulabili, gestione professionale della sicurezza, impianti di alta qualità ed economici da gestire, location strategiche sono solo alcuni degli aspetti che vengono considerati più rilevanti nella scelta di uno spazio da prendere in affitto per la gestione della propria logistica, anche digitale.

Per raccogliere la sfida dell’e-commerce in logistica, quindi, non sembrano occorrere strutture del tutto diverse dalle precedenti, ma ci pare piuttosto che sia la qualità della progettazione, dei materiali e delle tecniche costruttive ad essere premiata, se possibile, ancora più che in passato.

I parchi logistici di AKNO

Con la sua quarantennale esperienza nelle costruzioni per la logistica, AKNO sa bene cosa occorre perché un business park diventi un luogo appetibile per le aziende, decretandone il successo commerciale.

Innanzi tutto, degli edifici costruiti con materiali di alta qualità e progettati secondo i migliori criteri tecnici all’avanguardia, per ottenere spazi ampi e modulabili, capaci di adattarsi alle diverse esigenze aziendali.

Inoltre, occorre che il tema della sicurezza sia prioritario: per questo i business park AKNO sono completamente recintati e hanno un solo varco di accesso, presidiato con continuità h24, per garantire un servizio di sorveglianza impeccabile, la cui gestione può essere comunque affidata alla nostra divisione AKNO Management Services.

L’intera struttura, poi, è costituita da un insieme di spazi differenti, che offrono un’ampia gamma di servizi: locali commerciali, piscine, aree verdi e centri di distribuzione sono tutti organizzati all’interno di un unico complesso in modo integrato.

Infine, l’attenzione per l’ambiente e l’ecosostenibilità è un’altra caratteristica chiave per il successo di un moderno parco logistico. Grazie alla nostra divisione AKNO Energy, infatti, installiamo pannelli fotovoltaici e impianti di produzione dell’energia a biogas in modo da ridurre la dipendenza della struttura dalle fonti energetiche esterne, mentre attraverso una progettazione attenta e l’impiego di serramenti a taglio termico, vengono ridotti in modo considerevole i consumi di energia elettrica e di calore.

Anche di fronte alle nuove sfide portate dall’e-commerce, AKNO continua ad essere un punto di riferimento per chiunque desideri un moderno spazio per gestire la propria logistica aziendale.